Articoli correlati

5 Comments

  1. 1

    dario

    Ma come si permettono a parlare questi persone che si dichiarano ambientaliste , cinque anni di silenzio assoluto, muti come pesci , non hanno detto una sola parola contro il gerarca cozzolino e i suoi amici al potere della città.
    In questi lunghi e martoriati anni in cui il m5s se ne fregato loro zitti, muti ed allineati ed ora che non sono più al potere eccoli che si risvegliano.
    vergognatevi ambientalisti del profitto…
    hanno accettato soldi sporchi di sangue da enel così dicevano un loro capo , hanno preso i soldi dei cittadini dalle tasse ect… e loro come se non fosse successo nulla…
    VERGOGNA

    Reply
  2. 2

    giovanni

    Scusatemi se dico qualche frescaccia:
    TVN ha i desolforatori e i denitrificatori le emissioni sono in linea con gli accordi???
    Tutti i parametri ambientali erano riportati in Comune, funzionano? e qualcuno ogni tanto da loro una guardata?
    A Civitavecchia era stato creato un osservatorio ambientale che riceveva i dati dalle stazioni di rilevamento della qualità dell’aria del comprensorio, funziona o fa finta di funzionare???
    Gli ambientalisti si sono fissati con TVN ma non ho sentito nulla sul traffico di Civitavecchia che è diventato caotico o sul porto dove ancora si discute dell’elettrificazione delle banchine o dell’alimentazione a GPL dei generatori quando la nave è ferma.
    Sono andato a controllare sul sito ARPA LAZIO relativo ai bollettini settimanali
    http://www.arpalazio.net/main/aria/sci/basedati/bollettini/2019/BA232019.pdf
    E la situazione non sembra allarmante ma da questi mancano due dati essenziali ossia la direzione media del vento e la potenza generata dalla centrale per capire da dove provengano gli inquinanti se provengono dalla centrale, dal porto o dal traffico.
    Gli ambientalisti se vogliono essere credibili devono parlare di cose concrete, misurabili e soprattutto con dati e statistiche alla mano provenienti da enti certificati

    Reply
  3. 3

    alberto

    Sarebbe interessante sapere a che titolo si dicono ambientalisti certe persone .
    Ancora di più a che titolo parlano di inquinamento , di polveri , di ozono, di CO2 ect..
    Perchè alcuni di questi falsi ambientalisti , anzi la maggior parte non hanno titoli scientifici , nè conoscenza di certa materia. E guarda caso ognuno di questi vedi i vari ricotti , puppi , cozzolino, manuedda ect… tutti accasati sotto lo stesso potere politico non risulta che hanno nè titoli nè hanno scritto su riviste scientifiche riconosciute.
    In poche parole si sono dati da fare, dopo essere stati bocciati dalla politica , a cercare pubblicità attraverso il dolore delle persone che hanno perso i cari per malattie.
    Il peggio lo hanno dato durante il periodo di governo di cozzolino , infatti mentre le persone perdevano amici e parenti per malattie sono stati sempre zitti ed accodati.
    Se fossimo in uno stato di diritto gli sarebbe stato dato il daspo da civitavecchia e d’intorni……allora si che ci sarebbe stata una giustizia vera.

    Reply
  4. 4

    Maurizio Puppipi uppipi

    Cari signori anonimi coraggiosi da tastiera, perché invece di usare metodi squadristici di bastonare le persone che non vi piacciono non provate a ragionare sulle questioni sollevate? Troppo difficile per voi, ma provateci, almeno fareste uno sforzo per non trovarvi dalla stessa parte di chi ci avvelena.

    Reply
  5. 5

    enrico M

    Eccone un altro…PUPPI
    Chi sono i famosi scienziati di tastiera, noi normali cittadini che prima di esprimerci ascoltiamo persone qualificate e non scopiazziamo qua e là da internet o questi personaggi nominati da soli esperti.
    Chi è puppi , che qualifiche ha, da chi ente scientifico è stato riconosciuto, conosce forse la chimica , la biologia ect…
    Ma ci faccia il piacere si ragiona e si chiede a chi ha conoscenza della materia e non da incompetenti che si spacciano da esperti ed ecologisti.
    Fatalmente scomparsi dal tempo di cozzolino e ricomparsi quando il potere politico non gli dà più da mangiare e bere.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *