Autore

Articoli correlati

5 Comments

  1. 1

    Tommy

    Come al solito si lasciano i cittadini da soli,le forze politiche,le personalità importanti di questa città,i movimenti ambientalisti,dove sono? Come ci si può opporre se mancano le Guide che aiutano la popolazione a reagire ai soprusi che vengono pensati ed attuati? Siamo una città di conquista,qui decidono gli altri.

    Reply
  2. 2

    giovanni

    ” il Parlamento francese ha varato infatti una legge innovativa che regolamenta la diffusione dell’elettrosmog”, noi abbiamo qualcosa di simile? SI : Legge 22 febbraio 2001, n. 36 ” Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici” che fissa i limiti delle emissioni.

    https://www.altalex.com/documents/news/2005/03/24/legge-quadro-sull-inquinamento-elettromagnetico

    Se poi qualcuno ha tempo per una conoscenza più approfondita può leggersi

    https://www.inquinamento-italia.com/inquinamento-elettromagnetico-limiti-di-legge-normativa-decreti-radiofrequenze-basse-frequenze/

    che informa sui limiti di emissioni nelle più varie condizioni e se c’è una legge questa va rispettata non ci sono dubbi.
    Ma soprattutto per installare un palo con in cima un’antenna su suolo pubblico ci dovrebbe essere un via libera del comune, non credo che ILIAD un giorno abbia deciso autonomamente di installare un’antenna in un certo posto senza avere le varie autorizzazioni.
    Assolutamente non voglio difendere ILIAD ma questo è un argomento che ogni tanto esce fuori ed il comune DEVE verificare la correttezza della installazione e delle emissioni.

    Reply
  3. 3

    fabio

    La cosa fantastica che deve essere messa in evidenza è il fatto che la maggioranza di quelli che protestano contro la forma di installazioni di ripetitori di cellulari o similari sono coloro che scrivono e fanno post sui canali utilizzando tale strumentazione. Non solo al momento che non arriva il segnale emanato da tali stazioni telefonano al fornitore del servizio lamentandosi della scarsa copertura…Quindi alla fine vogliono un servizio sempre più importante ,ossia stazioni della connessione con i cellulari sempre più potenti ,dall’altro vogliono che non ci siano i ripetitori vicini alle loro case e scuole…

    Reply
  4. 4

    Luna

    I SOLITI LEONI DA TASTIERA!!
    Informatevi perchè ci sono microcelle con bassisime immissioni di radiazioni nell’ambiente e che potrebbero essere utilizzate invece di quelle enormi e dannsissime parabole, ma il costo è molto più alto quindi…..che gli frega…friggiamo i cervelli, il sangue e la tiroide dei cittadini e dei bambini!!
    Tutti usiamo i cellulari e a tutti ci necessita una buona ricezione, non usate questa ridicola scusa, perchè ci sono modi per evitare se non ridurre di parecchio i danni.

    Reply
  5. 5

    fabio

    A dir il vero i “leoni da tastiera” sono coloro che fanno accuse e non ci mettono la faccia…
    Se una persona è sicura di quello che dice ed è sicuro che quello che legge da internet su facebook o su altri social non deve far altro che denunciare alle autorità competenti che c’è qualche azienda o persona sta commettendo un reato..
    In caso contrario non è altro che un mitomane e sapendo anche che c’è qualcuno che commette un reato è complice di coloro che fanno azioni illecite, così lo stabilisce la legge e non i tasti e gli schermi di un video…
    Certo che magari il fatto di dire che” il cervello frigge” è davvero interessante…

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *