Articoli correlati

2 Comments

  1. 1

    giovanni

    Per fare un minimo di chiarezza:
    Noi a Civitavecchia stiamo ammucchiando l’immondizia di Civitavecchia, di Roma e forse anche di qualche altra parte.
    Questa immondizia ammucchiata, che dovrebbe essere solo l’indifferenziata
    e gli scarti alimentari e organici, normalmente produce gas di metano che se ne va disperso in atmosfera.
    Con quale criterio non si vuole far in modo che questo combustibile non venga utilizzato per le necessità delle città, perchè in città normalmente tutte le calderine per riscaldamento domestico e riscaldamento di acqua sono a metano e i fornelli di casa al 90% sono con lo stesso combustibile.
    Sembra un paradosso ma non tanto e forse a pensare male si indovina: se il biodigestore viene fatto a Civitavecchia la città può fare un accordo con il distributore di gas per avere uno sconto in bolletta mentre le altre città possono solo chiedere uno sconto minore sul conferimento a discarica.
    Per questo non capisco questi difensori dell’ ambiente che preferiscono inquinare piuttosto che recuperare il gas che comunque si produce.

    Reply
  2. 2

    giovanni

    Se avete dubbi provate a leggervi questo documento di Legambiente:
    https://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/19_il_biogas.pdf

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *