Autore

Articoli correlati

2 Comments

  1. 1

    Rufus TerraNera

    Leggo con piacere, tutte cose veramente molto interessanti, ma purtroppo gli anni mi hanno reso cinico e diffidente, e come insegnava il furbo dei furbi Andreotti “A pensar male si fa peccato……ecc. ecc.”, io rileggo questo:

    https://trcgiornale.it/la-zls-fa-sognare-ma-il-retroporto-non-e-pronto/

    e, non essendo un esperto del settore mi chiedo: ha qualcosa a che fare con Civitavecchia Porto Core? O niente? Civitavecchia Porto Core farà la stessa fine della zls di cui, dopo quell’articolo, non si è più saputo niente? Pochi giorni fa su TRC un articolo sul porto di Ravenna che diventerà hub per l’Italia centrale per quanto riguarda l’ortofrutta, traguardo che civitavecchia inseguiva da anni e sfumato all’ultimo secondo. E’ lecito pensare che anche Civitavecchia Porto Core finirà in tante chiacchere dei politici e nulla di fatto? Dopo Privilege Yard, Terminal del Gusto, Marina Yachting è questa l’ennesima favola?

    Reply
  2. 2

    giovanni

    Basterebbe che la politica si astenesse dall’interferire sulle varie gestioni dei porti esempio: in un certo periodo Civitavecchia non è allineata con la politica nazionale del momento per cui certi traffici abbastanza lucrosi li facciamo trasferire a Livorno.
    Altra cosa: una società si prende la concessione per sfruttare una banchina con relativi macchinari, ogni tanto scarica qualcosa tanto per far vedere che c’è attività ma il grosso lo dirotta verso un altro porto e a nessuno viene in mente di togliere la concessione.
    Altra negatività la continua diatriba tra amminitrazione comunale e autorità portuale

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *