Articoli correlati

One Comment

  1. 1

    giovanni

    Se mi permettete di fare una piccola analisi di questi dati c’è da rilevare che per il monossido di carbonio attribuito prevalentemente a TVN è a 0,2 microgrammi al metro cubo in città e a 0,6 a fiumaretta dove molto propabilmente influiscono gli scarichi delle 6 grandi navi.
    Tenete presente che in estate con tempo buono i venti sono a regime di brezza ossia di giorno da mare verso terra e di notte il contrario.
    Per quanto riguarda Via Roma con soli 43 microgrammi al metro cubo di ossidi di azoto ancora poco tranquillizzanti con il traffico tornato normale, da osservare che prima del lock down era a c.a. 70 forse dovuto agli scarichi delle calderine che ora non ci sono più a meno di quelle saltuarie per il riscaldamento dall’acqua.
    Per quanto riguarda il monossido di carbonio i nostri amministratori, che vogliono tanto salvaguardare la nostra salute, tornino alla carica con l’elettrificazione delle banchine ma forse non se ne fa nulla perchè normalmente ci sono solo due navi da crociera.
    E’ un argomento da riaffrontare quando il traffico crocieristico tornerà alla normalità.
    Per via Roma è un argomento molto più spinoso perchè dovrebbe prevedere il controllo dei collaudi annuali di legge fatti delle calderine casalinghe e relative multe se non fatti con la regolare cadenza.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *