Autore

Articoli correlati

21 Comments

  1. 1

    giovanni

    Se si fanno le fotografie apposta verso sera sembra scuro ma in mattinata era bianco e non c’è da tornare al 16 gennaio 2020 per vedere quel pennacchio bianco, forse oggi e domani poco si vedrà visto che l’umidità atmosferica è bassa.

    Reply
  2. 2

    ale

    Sig. Giovanni , quando si tratta di Enel Lei è incommentabile, ieri sera il “vapore acqueo” di cui parla Enel, faceva da cappello nella zona del centro storico.
    LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEI CITTADINI SI SONO STUFATI DI QUESTE PALLE…………..E’ ORA DI SMETTERLA CON QUESTE C.ZZ..E.

    Reply
    1. 2.1

      ale

      SI E’ NON SI SONO….HO SBAGLIATO.

      Reply
    2. 2.2

      giovanni

      mi spieghi perchè oggi che l’umidità atmosferica è al 7o% non si vede nulla??? e col centro storico non c’entra nulla perchè andava su verticale
      Ieri mattina era bianco ma se fai una foto verso il tramonto la vedi scura e se guardi bene il filmato verso la fine era perfettamente bianco.
      Prova a ragionare sul perchè quando l’umidità è verso l’85% si vede quel pennacchio e quando è come oggi non si vede nulla, è solamente una questione tecnica e forse non ci arrivi facilmente.
      Se vuoi posso fare filmati taroccati anche io.

      Reply
  3. 3

    Ale

    Io ci vivo al centro storico e ieri sera ci faceva da cappello, l’ho visto con i miei occhi,non da filmati, poi è normale che con umidità e assenza di vento si vede molto di più, stasera tira vento e l’umidità non c’è, ma questo non vuol dire che non tiri fuori m… a, com’è che si dice”occhio non vede cuore non duole”.
    Per cui stasera ringrazio il vento che porta via il “vapore acqueo”.

    Reply
    1. 3.1

      residente gassato

      ale,ci vivo pure io nel centro storico, e la cappa di puzza che senti proviene dal porto,in particolare quando tira “da mare”.
      quando eravamo in lockdown,il porto èra vuoto ,le centrale in funzione,e l’aria non aveva “odori”.
      provato,verificato e fotografato più volte,in particolare d’estate,quando non puoi tenere le finestre aperte…………

      Reply
      1. 3.1.1

        Ale

        Perdonami ma, quando sono ritornata a casa nella sera in questione ho visto tutto quel fumo, l’ho pensato anche io che fosse una o più navi, ma spinta dalla curiosità sono salita in terrazzo ed ho visto che era la centrale.
        Comunque, per quanto riguarda le navi hai ragione, sai quante volte d’estate ho contattato la capitaneria per farlo presente, ma ti rispondono che è tutto normale.

        Reply
  4. 4

    Marco G

    Sono ignorante in materia, non avrei mai pensato che la combustione del carbone producesse vapore aqueo. Ma non era l’idrogeno? Mi piacerebbe conoscere come, chimicamente, questo avviene. Questo è l’inizio della svolta green, cioè dobbiamo prima esaurire le risorse fossili esistenti. Ecco perché produciamo con la centrale a manetta mettendo a rischio la salute dei civitavecchiesi. I nostri governanti locali che dicono in proposito? Vi ricordo che in Italia ogni anno muoiono per inquinamento 65000 persone.

    Reply
    1. 4.1

      alì il chimico

      un estratto da una tesi di laurea sulla distribuzione degli inquinanti

      http://dspace.unive.it/bitstream/handle/10579/3048/Masieri_955756_tesi.pdf?sequence=1

      “1.3.4. Condensa e fumigazione
      In condizioni di tempo umido e basse te mperature l’umidità presente nei fumi
      sotto forma di vapore condensa immediatamente all’uscita del camino,
      formando un pennacchio bianco visibile da lontano. ”

      da non confondere con il fumo da combustione dei motori delle navi.

      a grandi linee……..

      Reply
    2. 4.2

      giovanni

      Te lo spiego semplicemente: i prodotti della combustione ( fumo ) passano dagli elettrofiltri per togliere i residui polverulenti, dopo passano dai filtri a maniche che tolgono quasi il 100% delle polveri dopo di che entrano dal basso nel desolforatore e in controcorrente una pioggia di latte di calce che reagendo con la SO2 produce gesso che deve essere molto chiaro per venderlo e nella reazione con i fumi a 90-100 gradi si produce vapore acqueo che poi nelle giornate con alta umidità fa vedere quel pennacchio bianco.
      Non è che esce aria pura ma i prodotti della combustione depurati dalle polveri e dalla SO2 emessi ad oltre 100 m di altezza vengono abbastanza diluiti.
      Nessuno di chi ha messo un post ha fatto riferimento all’intasamento di macchine durante tutto il giorno nel centro che sono più pericolose perchè le emissioni sono ad altezza uomo.
      Marco G penso di essere stato abbastanza chiaro

      Reply
  5. 5

    Silvia

    Signori io abito vicino alla centrale e posso assicurarvi che tutti i giorni ed intendo giorno e notte la centrale butta fumo.. ma non bianco di vapore acqueo come rispondono i premurosi dipendenti Enel ma marrone ..e lo fa soprattutto di notte, mentre la gente dorme e non vede o quando è nuvoloso e non riesce a distinguere bene il colore dello schifo che esce dalla ciminiera .. sto carbone lo dobbiamo bruciare tutto e c’è lo dobbiamo respirare fino all’ultimo granellò…sennò come fanno a lucrare fregandosene della salute pubblica… sarà certamente vapore e alla prossima riconversione della centrale .. a gas o nucleare.. sicuramente dalle ciminiere uscirà come sempre profumo di cazzate..🙄

    Reply
  6. 6

    Silvia

    Signori io abito vicino alla centrale e posso assicurarvi che tutti i giorni ed intendo giorno e notte la centrale butta fumo.. ma non bianco di vapore acqueo come rispondono i premurosi dipendenti Enel ma marrone ..e lo fa soprattutto di notte, mentre la gente dorme e non vede o quando è nuvoloso e non riesce a distinguere bene il colore dello schifo che esce dalla ciminiera .. sto carbone lo dobbiamo bruciare tutto e c’è lo dobbiamo respirare fino all’ultimo granellò…sennò come fanno a lucrare fregandosene della salute pubblica… sarà certamente vapore e alla prossima riconversione della centrale .. a gas o nucleare.. sicuramente dalle ciminiere uscirà come sempre profumo di cazzate..

    Reply
    1. 6.1

      Silvia

      Fino a tre anni fa vivevo al centro e conosco benissimo anche realtà diverse come lo smog di cui si parla e che proviene dal porto…fumo denso e puzzolente che esce dalle ciminiere da traghetti e navi da crociera..però i dati ci assicurano che la nostra qualità dell’aria è buona e non ci sono pericoli per la salute…tranne però per tutti coloro che si ammalano di malattie respiratorie o di tumore che evidentemente saranno stati sfortunati ad ammalarsi proprio in questa oasi verde, di salute e benessere qual’è Civitavecchia ..ricordo che l’anno precedente stazionavano fisse al porto in media dalle 12 alle 15 navi da crociera con i relativi fumi di scarico e non solo quelli.. vorrei ricordare la puntata di report sul porto e sugli scarichi delle acque reflue in mare.. e non aggiungo altro 🙌

      Reply
  7. 7

    Silvia

    Fino a tre anni fa vivevo al centro e conosco benissimo anche realtà diverse come lo smog di cui si parla e che proviene dal porto…fumo denso e puzzolente che esce dalle ciminiere da traghetti e navi da crociera..però i dati ci assicurano che la nostra qualità dell’aria è buona e non ci sono pericoli per la salute…tranne però per tutti coloro che si ammalano di malattie respiratorie o di tumore che evidentemente saranno stati sfortunati ad ammalarsi proprio in questa oasi verde, di salute e benessere qual’è Civitavecchia ..ricordo che l’anno precedente stazionavano fisse al porto in media dalle 12 alle 15 navi da crociera con i relativi fumi di scarico e non solo quelli.. vorrei ricordare la puntata di report sul porto e sugli scarichi delle acque reflue in mare.. e non aggiungo altro 🙌

    Reply
  8. 8

    billy

    Subito una Spa a ridosso dei comignoli benefici.
    Fanno bene eh.
    E’ vapore ,si vede e soprattutto si sente.

    Reply
  9. 9

    giovanni

    Ma è proprio possibile che nessuno se la prenda anche con TVS che inquina più di TVN??????? che ha impianti abbastanza datati!
    C’è forse qualche interesse nascosto in chi commenta?
    A Civitavecchia non esiste solamente TVN con una ciminiera di 250 metri d’altezza che è visibile da qualsiasi direzione e che è stata fatta di quell’altezza proprio per evitare ricadute sulla città.
    Si parla di inquinamento dimenticandosi il traffico al centro della città che è molto più pericoloso peche le emissioni sono a livello d’uomo e dei controlli inesistenti da parte del Comune sulle caldaie casalinghe che di questi tempi vanno alla grande.
    Io sono considerato “incommentabile” non perchè difendo TVN ma perchè cerco di documentarmi, non sui social, e molte volte me la prendo con chi evita di ragionare e informarsi meglio.

    Reply
    1. 9.1

      fosco

      giusta osservazione.
      ma l’enel và attaccata perchè ci si può ricavare qualcosa, dagli altri non si ruspa niente, quindi e come se non esistessero

      Reply
      1. 9.1.1

        giovanni

        Hai perfettamente ragione

        Reply
    2. 9.2

      Ale

      Visto che i difensori come voi di Enel fanno finta di non capire, ai cittadini che temono per la salute, come me, non interessa se è Tvn o Tvs, il fumo che ci respiriamo a noi non interessa se viene dall’una o dall’altra ciminiera, semplicemente non vogliamo più questa merda.
      Ma fate finta di non capire?
      Io come altri ce la prendiamo con le centrali così come con le navi che fumano continuamente… Mi sembra semplice il concetto.

      Reply
      1. 9.2.1

        dubbioso

        però le manifestazioni si fanno sempre sotto la centrale ENEL, e mai a quell’altra ,al porto o al crematorio.
        o mi sbaglio?

        Reply
  10. 10

    Phil M

    Phil M 22/01/2022
    Dalla foto risultano evidenti le luci accese ed il crepuscolo del tramonto. Risulta evidente dimezzata l’intensità del colore bianco nelle strisce della ciminiera della Centrale TVN rispetto al color rosso, e ciò per confermare quanto detto in precedenza che lo spettro visivo dipende dalla luce del giorno, e la distinzione dei colori dell’iride avviene durante le ore giornaliere. Personalmente mi è difficile comprendere che il valore dell’umidità di quel giorno abbia innescato la formazione della “nuvola bianca” che ho visto personalmente, nella mia passeggiata giornaliera, uscire dalla ciminiera con una certa velocità e quindi avere una certa energia potenziale prodotta da trasformazione chimica e/o simili. Se vogliamo essere pignoli è conoscere perché questo scarico sia avvenuto in atmosfera? Forse per giustificare anche l’elemento sicurezza, cioè s’è reso necessario per evitare complicazioni più gravi. Comunque, CO e CO2 sono gas quasi senza colore quando puri, e il colore che noi vediamo a volte giallo (zolfo), nero (mancaza di ossigeno), etc, sono difetti di quella combustione. Ripeto il peso dei gas di scarico è uguale (in teoria) alla somma del peso di carbonio, idrogeno, zolfo ed atri utilizzati più il peso di ossigeno (perciò 4 volte di aria) necessario per gli elementi detti. Quindi se la produzione di energia elettrica è richiesta, considerato i momenti critici attuali, è necessario porre fiducia nei nostri mezzi e possibilità per creare meno danno e malumore possibile. A Civitavecchia quale città di transito, sarebbe il caso di esaminare i gas prodotti per il perodo estivo nonché per il restante annuale, dal consumo di carburante e passarlo in peso, per tutti gli automezzi da e per la Sardegna, della movimentazione auto per i crocieristi, della movimentazione merci del porto.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.