Articoli correlati

4 Comments

  1. 1

    sandro

    tutte belle parole, ma i cannoli neri che escono dai fumaioli e l’aria che odora di “camion” quando il vento tira da mare,sono segnali inequivocabili.
    Poi si dice delle centrali……………….

    Reply
  2. 2

    Lino Cozzo

    Tutto il testo dell’articolo è riportato tra virgolette, come una citazione, ma non si capisce né chi scrive né chi viene citato. Questo la dice lunga sulla serietà della testata, ma forse chiarisce chi la sovvenziona.

    Reply
    1. 2.1

      Redazione TRC

      Ha ragione LINO COZZO. Infatti la testata è l’unica che da anni parla, solo lei a livello locale, dell’inquinamento a ogni livello: portuale, industriale e automobilistico, e lo fa avvalendosi ogni settimana dei dati forniti dall’Arpa Lazio, che come sa bene il signor COZZO, è l’agenzia pubblica che l’amministrazione comunale Cinque Stelle di Civitavecchia ha messo al posto del precedente Osservatorio Ambientale accusato di essere pagato dall’Enel. Quindi, per la proprietà transitiva che lei, signor COZZO, sicuramente ben conosce, la testata, se è pagata, è pagata da Arpa Lazio. Sarebbe invece interessante sapere chi paga il signor COZZO. Chissà…
      TRC GIORNALE
      p. s. l’articolo è virgolettato; è vero, manca la firma, ma è chiarissimo che a scrivere è la CLIA, ovvero l’associazione degli armatori delle navi da crociera. E scrive, peraltro, replicando ad un articolo del Trc Giornale (ma non era la testata a libro paga di chi ha scritto?)…

      Reply
  3. 3

    GM

    Fa semplicemente rabbrividire il grado di disunione della comunità di Civitavecchia in tema di ambiente e diritto alla salute. Detto ciò, chi osa ancora mettere in discussione le terribili ed emergenti evidenze che, in termini di morbilità (da patologie GRAVI), minano il nostro diritto alla salute e quindi alla VITA, non può essere considerato né credibile né degno portavoce della comunità stessa. Diamo atto alla stampa locale – di cui TRC è irrinunciabile espressione – di apportare un fondamentale contributo di riflessione critica, contro la sub-cultura dello slogan fazioso.

    Reply

Lascia un commento a GM Cancella il commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *