Articoli correlati

7 Comments

  1. 1

    giovanni

    “maggior controllo da parte delle autorità” ma deve essere chiaro che potrebbero essere comminate multe se non si rispettano le ordinanze dopo di che si strillerà allo stato fascista.
    ” unito ad un forte senso di responsabilità civile da parte di commercianti e cittadini” che non è apparso tale in questa prima fase di libertà condizionata.
    “ed affronto ai danni dei cittadini diligenti e rispettosi delle norme di sicurezza” l’affronto lo ha fatto quella minoranza che se ne è altamente fregata delle norme del corretto convivere limitando la libera circolazione di altri rispettosi delle direttive.

    Reply
  2. 2

    Pino

    “il Pirgo è oggetto di transito della maggior parte dei nostri concittadini, tra cui famiglie e bambini piccoli”….appunto!

    Dai non fate i capricci su….

    Reply
  3. 3

    Maria N

    Ora non sono uno di quelle persone che vuole fare in modo che tutto sia chiuso anzi. Dato l’esperienza vissuta nella scorsa settimana e sopratutto il luogo di transito dove è impossibile non entrare in contatto con altre persone e sicuramente toccarsi mi piacerebbe sapere da chi contesta questa decisione in che modo vorrebbero fare . Così dicono : ” basterebbe un maggior controllo da parte delle autorità competenti sulla zona interessata unito ad un forte senso di responsabilità civile da parte di commercianti e cittadini.” cosa vuol dire questa affermazione come si dovrebbe fare praticamente???
    Un ponte , una passarella , una canalizzazione con transenne..
    La moda del momento è criticare e non dire come è la soluzione , descrivendo la sua attuazione.
    Ancora di più mi lascia basito l’affermazione: ” annullerebbe il piacere, dopo questi ultimi lunghi mesi, di una serena e tranquilla passeggiata estiva”.
    Serena e tranquilla in quel luogo e di sera appare evidente che chi dice di poter passare con la famiglia in quella strettoia o non ci è mai andato o non sà quello che dice…
    Mi sembra corretto in questo momento contingentare tale passaggio e dare la possibilità a chi vuole andare a consumare in quei locali di poterlo fare.
    Il resto come di consueto sono solo parole buttate senza un minimo di logica ma sopratutto di attualizzazione.

    Reply
  4. 4

    annibale

    ma sul serio?? con centinaia di problemi ed argomenti sui quali discutere e disquisire, i giovani democratici parlano di maggiori controlli e senso di responsabilità??  
    criticare una decisione che va nella direzione della tutela della salute collettiva, è mancanza di senso della responsabilità.
    se questi sono i giovani, credo debbano essere tenuti per mano ancora parecchio. maggiori controlli con quale personale: distoglierlo da  tutte le altre attività di controllo del territorio?? o volete l’esercito a supporto per poi lamentarvi dello stato di polizia?? da persona che ha sempre votato a sinistra, ho molta paura per il futuro della sinistra. credo servano scuole, di partito, di stato, anche private, ma sopratutto serve che chi vuole fare politica capisca che deve studiare, e tanto. non correre dietro al facile consenso: lo si perde a velocità doppia di quella con la quale lo si è guadagnato. e gli esempi non mancano. speriamo bene…..

    Reply
  5. 5

    marcello

    Non comprendo la coerenza di certe persone. Chi afferma di aver votato per il M5S si lamenta della loro passata amministrazione, chi dice di aver sempre votato a sinistra, quindi nel bene e nel male, ora non accetta la posizione assunta dai giovani democratici. Come diceva P. Bourget: “bisogna vivere come si pensa, altrimenti si finirà per pensare come si è vissuto”.

    Reply
  6. 6

    danilo

    E solo decidere se è giusta una azione o non è giusta senza perdersi in fatti filosofici o altro, non è tanto difficile.
    Il fatto di aver votato per una parte politica non significa che debbo accettare un errore fatto da quello che si considera il partito di riferimento.
    Ed è altrettanto importante considerare se tale azione è attuabile.
    E’ dannoso fare demagogia e su questa costruire la propria azione sopratutto quando non si danno nozioni alternative applicabili vedi quelle invocate dai giovani democratici.
    Il problema è il contatto che può determinare contagio e di conseguenza malattia.
    Tutti sanno che è impossibile passare da quel punto senza che nessuno controlli ed è altrettanto vero che a meno che non si facciano dei corridoi a doppio senso con canalizzazioni anche con controlli tutto ciò avverrà sempre.
    Non è un fatto politico ma un fatto di vita quotidiana o si danno alternative applicabili o si accetta quella proposta dal comune.
    Naturalmente tutto questo dovrà essere attuato fino a che sarà necessario.
    Siamo un pò più pragmatici cercando soluzioni e meno filosofici così tuteliamo la popolazione e coloro che lavorano in quella zona.

    Reply
  7. 7

    annibale

    non capisco, se a me è rivolto, il senso di ciò che ha detto marcello. quindi secondo lui, se si è votata una certa parte si deve necessariamente accettare e condividere qualsiasi cosa dicano quelli della “tua parte”?? i giovani dem esprimono il loro pensiero, ma che debba diventare un dogma per tutti coloro che si ritengono di sinistra, credo sia eresia. mi ricorda un po’ l’infallibilità del capo. ma veramente?? Lei marcello è così?

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *