Articoli correlati

10 Comments

  1. 1

    Manent Francesca

    Il consigliere Magliani, credo sappia navigare in Internet, e sappia leggere i report che Arpa Lazio pubblica giornalmente sul proprio sito. L’agenzia regionale è l’unico ente abilitato al controllo del territorio, dell’aria e dell’acqua, ecc…Inoltre se segue i Telegiornali della vostra emittente, come può mentire così spudoratamente? Trc aggiorna puntualmente e frequentemente la cittadinanza grazie ai già citati report.
    Quindi quale è il vero obiettivo del consigliere? Qual è la logica di rientrare nel consorzio?

    Reply
  2. 2

    Armando g

    c’è qualcuno che ha scarsità di memoria :
    http://www.newtuscia.it/2017/04/07/presunta-scarsita-dati-ambientali-sindaci-del-litorale-attaccano-quello-civitavecchia/

    Semplicemente sapere direttamente tutti i giorni e possibilmente il più presto possibile a tutti i comuni del comprensorio i dati per tutelare la salute dei cittadini fatto che non avviene con arpa perchè i dati non li diffonde se non sul sito e spesso non ci sono neanche lì nè avvisa i comuni di probabili inquinamenti.
    QUESTA RAGIONE Basta ed avanza PER FAR Sì CHE I DATI SIANO pubblicati ed inviati ai comuni dall’osservatorio ambientale in tempo veloce e si tuteli subito la salute di chi abita nelle città, a meno che non ci siano interessi diversi tipo posticini agli amici in qualche ente o fondazioni con sponsor.

    Reply
  3. 3

    Marco f

    La logica di rientrare nel consorzio è molto semplice: si crea qualche poltrona in più da occupare e quindi si può accontentare qualche scontento che potrebbe essere utile alla tenuta di questa giunta.
    Non c’è altra spiegazione dato che non mi sembra che questa amministrazione sia così sensibile alle problematiche dell’ambiente.
    Ma va bene così, basta che il civitavecchiese è contento.

    Reply
  4. 4

    Ing. marco

    Ognuno è libero di pensare come vuole , però fatti , dati e numeri parlano da soli non è che siamo contenti siamo sicuri che con l’osservatorio ambientale qualcuno tuteli la nostra salute.
    I posti o dir si voglia poltrone sono aumentate nel momento in cui è stata affidata la conduzione ed il controllo all’arpa, il controllo da parte dell’arpa non avviene più in tempo in cui si possa predisporre un piano in momenti corretti ed immediati in quanto l’arpa non invia e non informa i responsabili della salute pubblica locale ossia i sindaci direttamente ed immediatamente mentre con osservatorio ogni qual volta c’era un superamento o segni di inquinamento immediatamente venivano chiamati i responsabili i sindaci e si poteva predisporre un piano di contenimento , ma la cosa chiara ed evidente che con l’arpa i costi del controllo e manutenzione sono raddoppiati sulle spalle di noi cittadini in quanto seppur sono dei soldi di enel ( chissà anche questi per alcuni non sporchi di sangue!!) quelli che sono in più si possono dedicare ad altra prevenzione della salute.
    Sorvolo poi sul fatto che i ragazzi e ragazze che ci lavoravano era tutto personale locale specializzato ingegneri, chimici, biologi laureati che tutelano la salute meglio di tanti soloni lontano kilometri da civitavecchia ,anche perchè vivendo in zona tutelano loro stessi , i familiari oltre che noi cittadini.
    Non è una questione politica ma di buon senso e di rispetto per i cittadini tanto è che tutti i sindaci di ogni ordine politico destra sinistra e centro del comprensorio sono d’accordo e guarda caso gli unici ad essere contrari sono il m5s chissa perchè…..
    cito qualcuno prima di me
    ” interessi diversi tipo posticini agli amici in qualche ente o fondazioni con sponsor.”….

    Reply
  5. 5

    Manent Francesca

    L’agenzia regionale comunica giornalmente i dati al comune. Punto. Se ci fossero emergenze chi di dovere avrebbe tempo e strumenti per provvedere. P. S. non voto 5 stelle.

    Reply
  6. 6

    aldo

    Arpa non comunica nulla scrive sul sito , la differenza è sostanziale , l’accordo che ha fatto da manuedda come assessore all’ambiente ed arpa è stato pessimo e contro i cittadini.
    Tra l’altro , è tutto documentato dai telematici, c’ è stato una emergenza tempo addietro e l’arpa non ha avvisato i comuni dell’emergenza, e si è giustificata che da contratto non doveva , ma doveva solo pubblicare i dati.
    Morale della favola in quei giorni non aveva nemmeno pubblicato i dati sul sito!!!
    Ed intanto la salute dei cittadini non è stata considerata.
    Nel frattempo nemmeno uno della associazioni , comitati e movimenti ha elevato un piccolo grido di protesta nel metodo e modo di arpa e poi dicono che tengono alla salute di noi cittadini, COME NO!!!
    Dalle nostre parti si dice ” se le cose non le sai salle!!”

    Reply
  7. 7

    sandrino

    a proposito,quando ci spiegherà,l’assessore, che cosa è stato ha provocare la famosa moria di pesci alla frasca?

    forse cuzzulino e manuedda,tanto per cambiare…………………..

    Reply
    1. 7.1

      Ale

      La stessa cosa che lo ha provocato due anni fa, la centrale Enel, speriamo che non ci rispondano come al tempo dei 5s, i quali dissero che era un evento naturale..si come no.

      Reply
  8. 8

    massimo m

    Forse qualcuno potrebbe chiedere cosa ha fatto manuedda nella moria dei pesci precedente quando lui era assessore mentre il sindaco cozzolino prendeva il suo stipendio..
    Al tempo sembrò normale , investigò la capitaneria di porto e non trovò nulla…
    A che brutta cosa la memoria corta…
    o Magari i soliti noti fanno finta di non ricordare…

    https://trcgiornale.it/moria-di-pesci-fenomeno-episodico-e-circoscritto/

    Peccato che la memoria dei social non scompare e compare a seconda delle convenienze.
    Riprendo una frase che mi è piaciuta molto da una persona che le ha scritte ai soliti noti :
    se le cose non le sai salle!!!

    Reply
  9. 9

    edoardo

    la signora Manent f. dovrebbe informarsi meglio altrimenti penso che apre bocca e je da fiato.Dovrebbe studiare di piu alcune leggi e quindi non incorrerebbe in certi strafalcioni.
    Al consiglio comunale Lucernoni sostiene che il controllore non puo’ finanziare il controllato………e allora ci dica la candidata a sindaca chi paga ARPA…..
    lo dico io: neanche il Comune perche i soldi vanno direttamente ad Arpa Lazio .
    Signora Manent ricerchi un po su queste fondazioni chi le sponsorizza e verifichi nella pianta organica della fondazione dove il buon Antonio e’ arrivato
    Ho detto buon antonio non don Antonio…….
    e cerchi di saperle certe cose anche per una sua cultura personale……perche quando si scrive sapendo sappia che si scrive con piu gusto e meglio.
    Buono studio francesca

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *