Autore

Articoli correlati

15 Comments

  1. 1

    giuseppe

    sogno o son desto !!!! quando si farà l’inaugurazione.?

    Reply
  2. 2

    giovanni

    Idea bellissima ma la foto in testa all’articolo proprio non riesco a capirla: tutto quel piancito che sembra legno con cose che sembrano sdraie e che poi sembra proseguire lungo il bordo della spiaggia sempre marrone come il grande piancito.
    Siamo stati capaci di mandare in malora una marina per l’assenza di una pur minima manutenzione figuriamoci quella proposta nella foto e nelle ultine due.
    Se si mira solamente giustificare la spesa 3 milioni e 350 mila euro OK ma si parla di “progetto” che è qualcosa di realizzabile e allora continuo a non capire come non capisco come la regione su un documento “PROGETTO_PISTA CILABILE” ci darà tutti quei soldini.

    Reply
    1. 2.1

      Rufus TerraNera

      Esatto, bellissimo progetto sulla carta ma destinato a rimanere lì. Con ogni probabilità quel che avremo alla fine sarà pallida ombra di quel progetto e, sono sicuro, verrà a costare altreo che 3 milioni di euro e poichè la parola “manutenzione” è sconosciuta alle varie amministrazioni, durerà poco, come la marina. Non sono capaci di attuare, per esempio, lo sfalcio in via della Polveriera e vorrebbero effettuare questi progetti faraonci?
      Ma è così difficile stare con i piedi per terra?

      Reply
  3. 3

    Rox

    Mi da l’idea di torta già spartita .. e probabilmente resterà un’opera incompiuta.. spero di sbagliarmi 😉

    Reply
  4. 4

    Sister

    Bene!! Giusto quest’anno ho regalato la bici a mio fratello ☺️

    Reply
  5. 5

    dubbioso

    in città non ci crede nessuno……………….gireranno un pò di soldi quà e là

    Reply
  6. 6

    mauro

    Soldi buttati al vento, un altro monnezzaro, sicuramente incompleto, da curare.. asfaltare le strade invece?

    Reply
  7. 7

    Rufus TerraNera

    Allora……a che punto siamo con la ostruzione di questa meraviglia?

    Reply
  8. 8

    Gino

    Che prima o poi si spenderanno i soldi per i punti 1 e 2 e la pista ciclabile è l’Aurelia. Inutile spreco di risorse pubbliche che era meglio destinare ad altro, ma per i politici fà comodo “la ciclabile”.

    Reply
  9. 9

    sandro

    Quindi a prescindere per il soliti noti ,se sarà realizzata, se sarà conclusa , se sarà mantenuta , se sarà utile e ci andranno tutti gli amanti della bici sarà un fallimento!!!
    Gia naturalmente si sa che saranno spesi milioni di euro , che sarà un monnezzaro , che serve solo per immagine.
    Che si potevano spendere questi soldi per asfaltare strade ( non importa che secondo i progetti avviene il finanziamento ).
    Naturalmente spreco di risorse pubbliche anche se poi sarà realizzata ed utilizzata e si aggiunge- spero però che non sia così.
    Queste le conclusioni del solito gruppo degli avversi ad ogni tipo di proposta che venga da ogni lato politico.
    Come è ben noto da tempo dagli studi che le esperienze avverse infantili possono costituire un importante fattore di rischio per lo sviluppo di patologie psichiatriche anche in età adulta, più recente è il riconoscimento del loro ruolo come fattori di rischio.
    La crescita fisica e biologica oltre lo sviluppo psicosociale e la formazione della personalità, che include morale, valori, condotte sociali, capacità di avere relazioni con gli altri, rispetto per le istituzioni sociali etc sono determinanti alla stato mentale.

    Reply
  10. 10

    Rufus TerraNera

    Con i tuoi paroloni non ce la fai, non ce la puoi fare, non sei in grado di fregare nessuno, fai le parole crociate che è meglio

    Reply
  11. 11

    Dario

    Sandro in effetti un controllo allo stato mentale lo farei, sarà il caldo ma mi sembri moooolto confuso. Ritenta sarai più fortunato.

    Reply
  12. 12

    toecutter

    Sandro, il progetto sulla carta sembra bellissimo, e suppongo che tutti vorremmo una città più bella e più funzionale. Purtroppo ,a chi come me non è più un ragazzino, la storia cittadina ha insegnato ad essere diffidenti.
    Non è una questione di schieramenti politici (almeno per me), è che alla fine, riguardo a progetti in teoria migliorativi per Civitavecchia, le attese dei cittadini sono sempre state disilluse. Sempre.

    Reply
  13. 13

    architetto Paolo Ranieri

    Il progetto inerente la ciclabile Civitavecchia-Castello di Santa Severa è un esempio notevole di realizzazione di un’opera di grande importanza che collega realtà urbane di due comuni diversi, sintetizzabile in tre momenti fondamentali :
    1. la zona della Marina e la piazzetta Betlemme
    2. l’area archeologica Castrum-Novum di Santa Marinella
    3. il Castello di Santa Severa.
    Conosco Civitavecchia dal lontano 1954 grazie a mio padre dipendente della Marina Militare e nel 1980 ho conseguito la laurea in Architettura con una tesi
    sul Piano Regolatore di Civitavecchia, con il contributo fondamentale dell’ architetto Francesco Correnti, Capo Ufficio Urbanistica del Comune, che mi onora tuttora della Sua amicizia.
    Da alcuni anni sono in pensione in qualità di architetto direttore coordinatore
    di Palazzo Chigi e spesso ho occasione di venire con il treno a Civitavecchia.
    Complimenti alla progettista architetto Enza Evangelista per aver saputo tradurre sulla carta un notevole esempio di progettazione, molto utile per collegare realtà urbane molto diverse a soli 12 Km distanza.
    architetto Paolo Ranieri

    Reply
    1. 13.1

      Rufus TerraNera

      Lei è veramente convinto che verrà realizzata una vera pista ciclabile che collegherà, copio e incollo il suo testo: realtà urbane di due comuni diversi, sintetizzabile in tre momenti fondamentali, e come? Facendo una sopraelevata? Dov’è lo spazio necessario accanto all’Aurelia? Forse la sua ammirazione va al progetto in quanto tale ma non alla sua realizzazione? In questo caso non discuto ma vorrei realmente conoscere il suo pensiero sulla realizzazione pratica del progetto. Pensa sia realizzabile? Sa se esiste la reale intenzione di realizzarlo? Una persona nella sua posizione sa sicuramente più di un qualsiasi cittadino. La prego di non considerare le mie osservazioni una provocazione, non vogliono esserlo, sono estremamente interessato, se esiste una minima possibilità di valorizzare questo povero territorio martoriato ne sarei felice, ma alle promesse dei politici io non ci credo più da anni e il guaio è che le loro promesse non mantenute io le ricordo tutte.

      Reply

Lascia un commento a dubbioso Cancella il commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *