Articoli correlati

12 Comments

  1. 1

    giuseppe

    se questo risultato con le relative percentuali lo rapportiamo a livello nazionale, la modifica alla Costituzione veniva approvata con il 28,98 % dei SI, ed il 14 % dei NO. in virtù del fatto che il 58 % degli aventi diritto si è ASTENUTO.
    RICAPITOLANDO il 58 % se ne frega , gli sta bene LO STATUS QUO, aggiungiamoci il 14 % dei NO e raggiungiamo il 72 % , quindi la modifica alla Costituzione a Civitavecchia è approvata con il 28,98 %. come dicevo prima , è approvata da una MINORANZA . L’ ASTENSIONE del 58 % alle elezioni o referendum, a scelta, ha permesso ALL’ ITALIA di avere al governo un signore che prima di andare in Parlamento non aveva nemmeno 10 euro per una pizza con birra.

    Reply
  2. 2

    daniele

    Il restante 30,73% chi erano… i parlamentari, gli amici e i parenti ahhaha. Daignorante in materia, forse questo referendum poteva anche essere evitato in quanto ovvio e futile così da evitare inutili assembramenti.

    Reply
  3. 3

    marcello

    Gli uomini non conoscono la propria felicità, ma quella degli altri non gli sfugge mai (P. Daninos) Giuseppe, il gioco delle tre carte non serve a niente. Arrenditi!
    Ora mano alla riduzione degli stipendi dei parlamentari. L’ora del cambiamento è iniziata, grazie agli Italiani e, soprattutto, al M5S.

    Reply
    1. 3.1

      giuseppe

      la mia analisi era per persone istruite.

      Reply
  4. 4

    danilo cenci

    a marce ma qualcosa che esce dalla tua testa???
    non fai altro che copia ed incolla frasi di altri.
    per m5s me sà che vivi in un altra nazione ha perso a tutte le parti e lo dicono tutti persino quei pochi che lo hanno votato!!!
    svejate te sei addormentato a quando c’era cozzolino a civitavecchia e poi la gente lo ha cacciato.

    Reply
  5. 5

    emiliano

    In effetti appare evidente che alcune persone , vedi marcello , hanno tutte le caratteristiche di un disturbo da Depersonalizzazione ossia sentirsi distaccato dei propri processi mentali o del proprio corpo.

    Quando parla di “grazie al M5S” , ma se è affondato!!!

    Vedi le varie dichiarazioni degli stessi esponenti leader:

    M5S, Bugani punta il dito contro Di Maio: “Abbiamo perso 8 milioni di voti in due anni”.
    Lo storico esponente 5Stelle : “Non c’è nulla fa festeggiare. Continuando così, si fa la fine di Narciso”.

    Ritorna alla realtà o potresti avere altre difficoltà!!!

    Reply
  6. 6

    marcello

    Il M5S è al governo e, continuando su questa strada, ci resterà a lungo. Per “cacciare” Cozzolino ci son voluti cinque anni, ora quanti ne basteranno?
    L’importante, Emiliano, è vincere certe battaglie “storiche”, anche con persone mentalmente disturbate. Devi accettare la realtà e non minacciare. Con le minacce non si ottiene nulla!

    Reply
  7. 7

    giuseppe

    sig. Marcello ,la mia analisi era per persone istruite ed acculturate.

    Reply
  8. 8

    emiliano

    In effetti con marcello da un probabile problema si è passati ad un certezza !!
    Da un attento esame dei suoi scritti appare evidente che quello che poteva essere una ipotesi si conferma una realtà.
    Parla di minaccie , battaglie e conclude che minacciando non si ottiene nulla.
    Ho provato a rileggere più volte il mio post e non c’è assolutamente nulla di minaccioso , c’era un consiglio e di non distaccarsi dalla realtà dei fatti , peraltro corroborati da affermazioni degli stessi massimi rappresentanti del partito m5s.
    Riporto fedelmente alcuni titoli del referendum ed elezioni dal “fatto” giornale riconosciuto da tutti come voce del m5s..
    ” Il voto fa bene al governo, ma ha tramortito i 5 Stelle.”
    ” Sbagliato dare la colpa della crisi del Movimento solo a qualcuno, responsabilità è collettiva”
    ” Il Movimento 5 stelle ha perso nettamente le elezioni regionali”
    Il consiglio lo ribadisco
    Marcello ,ritorna alla realtà o potresti avere altre difficoltà!!!

    Reply
  9. 9

    marcello

    Mi fa piacere che leggi il “Fatto” ma leggilo sempre non soltanto quando fa un’analisi critica. Non capisco inoltre quali altre difficoltà potrei avere. Più che per persone istruite, l’analisi di Giuseppe mi è sembrata più adatta per un venditore di “fumo”.

    Reply
  10. 10

    giuseppe

    signori belli, ribadisco e spiego il mio punto di vista. IL MIO COMMENTO NON DAVA NE’ IL MERITO NE’ LA COLPA A NESSUN PARTITO, ma era una critica al sistema elettorale e/o referendario di una democrazia. se si escludono gli ASTENUTI, LE MAGGIORANZE VENGONO RAPPRESENTATE DA UNA MINORANZA, SEMBRA UN PARADASSO ,MA E’ COSI’.è un pò difficoltoso spiegarlo in questo modo , ma è cosi’

    Reply
  11. 11

    Phil M

    PhilM – Mi scuso per aver inserito il commento ad altro argomento, desidero sempre esternare il mio pensiero: 25 Settembre 2020 at 1:11
    Referendum, Civitavecchia di SI
    Signor Giuseppe, con queste righe preferisco distanziare la mia cultura dalla Sua se può servire a qualcosa, e dire a riguardo del Suo commento “di non incolpare nessun Partito Politico “ che è lontano dalla realtà, in quanto la modifica dell’articolo 75 della Costituzione inerente al” Quorum” (cioè che la proposta viene approvata se ha partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi diritto), è stato modificato per questo tipo di Referendum , se non erro, dal Parlamento in carica, altrimenti con le percentuali riportate l’esito non sarebbe stato convalidato, semmai ne deve riconoscere il merito ai Partiti !. Tra le altre cose l’esercizio del voto è dovere civico (Articolo 48 della Costituzione Italiana) e se non è stato possibile alimentarsi del suffragio universale in proposito, sarebbe il caso di cercarne le motivazioni. Saluti

    Reply

Lascia un commento a Phil M Cancella il commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *