Articoli correlati

14 Comments

  1. 1

    DOTTDECIBEL

    Bhe…. certo…… ora KM di costa cambieranno radicalmente funzione, fruizione e panorama con la rimozione di uno scivolo a malapena largo 2 metri ma nella realtà utilizzato da tanti “delinquenti” per andare a compiere il terroristico e ricreativo atto della pesca……

    Bhe….. certo…. adesso il litorale “Frascano” cambierà radicalmente skyline divenendo oggetto e meta di centinaia se non migliaia di turisti….

    Bhe…. certo…… con la rimozione dello scivolo tutti gli NCC che migrano verso Roma ora migreranno verso la Frasca con i propri clienti fidelizzandoli a civitavecchia ed imponendo così in loro un lascito economico sostanzioso in questa città….

    Bhe…. certo….. ora dormirà sonni tranquilli chi ha deciso valorosamente di fare una guerra (tecnica, burocratica ed economica) al famigerato e pericolosissimo scivolo della Frasca. Tanto sono sempre i contribuenti a pagarne le spese per la demlizione nonchè per le carte della demolizione associate, e per il non più possibile uso.

    Perdonatemi lo sfogo ma a me sembra che stiamo andando in Africa nel Sahara a calpestare un formicaio solamente perchè secondo noi non doveva stare li…….

    NON HA UN SENSO nè logico e nè compiuto.

    Ha il solo fine di danneggiare inevitabilmente chi sino ad ora ne ha fruito nei limiti dell’educazione per andare a giocare in mare con i figli ed una barchetta da tre metri scarsi (bhe…. certo….. con tre metri di barchetta ed un 25 cv a bordo insieme ai prorpi figli si sarebbero potuti compiere atti terroristici in tutto il mar Medirtarraneo…..)

    Bhe…. certo….. poi a tutti i camperisti è giustamente permesso su tale litorale di permanere per giorni in estate, tanto senza le “zampette” a terra non è campeggio, ma decine di camper possono occultare la visuale e fare il loro porco comodo ingombrando le spiaggiette che poi i Civitavecchiesi non possono utilizzare salvo disguidi e litigi (tanto sono cafoni)

    MA ORA LA RIMOZIONE DELLO SCIVOLO NON DESTERA’ PIU’ PREOCCUPAZIONE NELL’ AMBITO DEL LITORALE LAZIALE COSI’ POTREMO ANCHE NOI STARE PIU’ TRANQUILLI.

    CON TUTTI I SOLDI CHE SERVONO NEL NOSTRO BENEAMATO (ancora nonostante tutto lo è…) PAESE C’ E’ SEMPRE QUALCHE GROSSO E STIMABILE DIRIGENTE CHE GIUSTAMENTE SI OCCUPA E SI PREOCCUPA DI RISOLVERE TALI FACCENDE

    VIVA l’ ITA(G)LIA

    Reply
    1. 1.1

      Toni

      90 minuti di applausi

      Reply
  2. 2

    Marco

    .. Ti sei dimenticato degli zingari che si insediato puntualmente… Escrementi… Sporcizia.. Furti… Ma di quelli hanno paura!…. CasaMonica… Quelli non si cacciano…

    Reply
  3. 3

    sandrino

    Bisognerebbe cercare di capire bene,mooolto bene,cosa c’è sotto!

    Reply
  4. 4

    Maddalena

    Complimenti alle menti geniali che amministrano sia il porto che il comune!!!Di sicuro non sono di Civitavecchia , io citavecchiese da generazioni so che significa quel pezzo di costa per noi dopo che la città è stata svenduta per profitto economico. Spero che ora il massimo rappresentante del Comune dica qualcosa di propositivo per chi è rimasto alle piccole tradizioni civitavecchiesi di pesca sportiva. Ancora stiamo aspettando il porticciolo che ENEL doveva allestire quando ha costruito la centrale di Torre Nord.

    Reply
  5. 5

    giovanni

    Io penso che certa gente di potere non sa come passare il tempo.
    Civitavecchia è una città di mare che non ha nessuna spiaggia degna di tale nome, che non ha un porticciolo per la gente normale, ossia non a pagamento, e ora da fastidio quello scivolo fatto una quarantina di anni fa.
    Chi ha una barchetta pertanto deve metterla a mare a Santa Marinella se ha qualche amico locale che lo sponsorizza.
    Noi per andare a mare dobbiamo andare come minimo a mare a Sant’Agostino o più lontano a San Giorgio che sono nel comune di Tarquinia che non ha la minima intenzione di renderli migliori perchè ha già Tarquinia lido da proteggere e magari manda i forestali a fare multe.
    Pertanto per mantenere in vita quello scivolo dobbiamo solo sperare che la burocrazia imperante lo mantenga per qualche anno ancora tra ricorsi e denunce.

    Reply
  6. 6

    sandrino

    il porticciolo non è stato fatto ,ma non per colpa di enel.
    andatevi a leggere questo documento.

    http://www.civitavecchia.gov.it/wp-content/uploads/2015/08/informazioni-ambientali-min-prescrizioni-via.pdf

    ci sono di mezzo l’autority e la capitaneria.

    Reply
  7. 7

    Mauro

    Se tutta la Politica (con la P maiuscola) perderà anche questa occasione per riscattarsi e riavvicinarsi ai cittadini tanto varrà stracciare le nostre tessere elettorali davanti all’Autorità Portuale e al Comune. Ricordo che la nota CGA di Mestre ha più volte ribadito che dietro ad una barca (anche piccola) ci sono tre posti di lavoro….Possibile che in questa bellissima ma sfortunata città non si riesca a capirlo? Politici, riscattatevi!

    Reply
  8. 8

    Toni

    Sicuramente mi sbaglio e mi auguro con tutto il cuore di dire una scemenza, ma ho il bruttissimo presentimento che dietro tutta questa attenzione dell’autorità portuale e della capitaneria nei confronti della frasca ci sia il progetto della megapescicultura della ditta veneta. Progetto che forse darebbe la mazzata definitiva al nostro mare. Mi auguro con tutto il cuore di essere smentito.

    Reply
  9. 9

    Anastasio

    noi la ruspa per abbattere quello che è abusivo e illegale la vogliamo solamente contro immigrati e zingari !

    Reply
  10. 10

    Pietro

    Da quando è partita la pescicoltura all’interno della centrale ENEL tutto l’ecosistema marino della Frasca è stato sconvolto in modo irreversibile dalla abnorme proliferazione algale causata dalle sostanze presenti negli scarichi delle vasche. L’eutrofizzazione conseguente ha portato alla scomparsa di tutta la fauna marina che era caratteristica della parte sommersa della scogliera. In tutti questi anni NESSUNO ha osato muovere un dito per fermare lo scempio, ma oggi ……finalmente si attivano!
    Vogliono rimuovere la pescicoltura? No, vogliono rimuovere lo scivolo! L’UNICO MANUFATTO CHE HA CAUSATO NEGLI ANNI IL DEGRADO DELLA FRASCA.

    Reply
    1. 10.1

      giovanni

      Se qualcuno avesse controllato il funzionamento della piscicoltura, che tra l’altro dovrebbero essere quelli che per salvare il paesaggio oggi vogliono distruggere lo scivolo, forse non avremmo lo scempio del fondale della Frasca ma lì oltre qualche pesce forse non si rimediava per cui era inutile andare.

      Reply
  11. 11

    Claudio

    Una standing ovation di pernacchie agli ideatori di questa brillante novita’, complimenti !!!

    Reply
  12. 12

    Angelo

    Sarà un mondo migliore quando alle persone verrà insegnato ad essere corrette non furbe.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *