Articoli correlati

7 Comments

  1. 1

    giovanni

    OK nella zona 1 la raccolta resta porta a porta e nella zona 2 ritornano i cassonetti con i casini di una volta.
    Ma allora i contribuenti della zona 2 dovrebbero avere uno sconto sulla TARI perchè la raccolta dovrebbe essere meno onerosa.
    Cosa ne dice il sig. Massimiliano Grasso????
    Oppure gli abitanti della zona 2 pagano anche per la zona 1???????????????????

    Reply
  2. 2

    Franco

    A proposito di raccolta differenziata ecco una esperienza vissuta. Termoli, cittadina del Molise sul mare. la giunta precedente, centro sinistra, aveva adottata la raccolta differenziata con i cassonetti differenziati messi sul fronte strada, insomma quelli che vorrebbero fare per la zona 2. Si fanno le votazioni e vince il centro destra (Lega FI e FdI). che decidono questi? Noi facciamo il contrario e all’unanimità decidono: facciamo come Civitavecchia, a quel tempo Lega e 5Stelle erano al governo insieme.
    Lunedì – Organico, Martedì- Carta e cartone, Mercoledì- Organico e Vetro, Giovedì- Secco Residuo(indifferenziata tanto per differenziarsi da CV), Venerdì- Plastica e metallo, Sabato -Organico. Come vedete 3 giorni dedicato all’organico. Tutti contenti

    Reply
  3. 3

    Fabio

    Sondaggio deludente? È normale nn eravamo nemmeno a conoscenza…
    Il problema è che bisognerebbe mettere dei punti di raccolta fisdi in città di umido e indifferenziato questo è importante anche se si va in vacanza….

    Reply
  4. 4

    Alessandra

    A mia veduta e dopo aver letto vari commenti di cittadini che dicono e lanciano idee e giustamente si lamentano posso dire che non esiste la soluzione che va bene per tutti!!!
    Si dovrebbe arrivare ad un compromesso tra un bilancio sostenibile da parte di CSP ed il comune che rappresenta chi abita a civitavecchia.
    Al di là del numero dei lavoratori che appare perlomeno sulla carta al di sopra delle necessità, è certo che la raccolta differenziata deve avvenire in modo più razionale. E’ facile dire da parte di un gruppo di persone , io pago e pretendo , poi ci scontra con la realtà dei bilanci e delle spese che sulla programmazione sono una cosa poi a distanza di tempo si dimostrano diversi.
    Cozzolino e manuedda hanno applicato un sistema , ed è evidente , impossibile da sostenere e lo hanno fatto sapendo che non sarebbero stati rieletti per cui hanno lasciato un disastro amministrativo.
    A prescindere da chi lo ha amministrato fino ad oggi e chi lo dovrà fare domani sarà una impresa davvero difficile perchè sicuramente, come dicevo all’inizio, non soddisferà tutti coloro che vivono in città.

    Reply
  5. 5

    Ale

    Eppure basterebbe copiare da altri comuni che sono molti più anni che fanno la raccolta differenziata e non succede quello che vediamo a Civitavecchia.
    Faccio sempre l’esempio di Pisa, che ha secchi su strada che si aprono con la tessera, si conferiscono i rifiuti come è quando vuole il cittadino senza spreco di risorse economiche e funziona anche da controllo, i locali la sera mettono i rifiuti, ben chiusi all’interno dei sacchi all’esterno dei propri locali su strada e la mattina prestissimo non ci sta più niente.
    Ieri sera a mezzanotte ho visto da noi nel giro di pochi metri tre camioncini con tre addetti per ciascun mezzo, al centro della città, se consideriamo l’estensione del territorio e il numero degli abitanti di quanti mezzi e addetti abbiamo bisogno?
    Quanto costa tutto questo?
    Considerando anche che di giorno dovrebbero esserci spazzini che ripuliscono le strade, ma che si vedono pochissimo peraltro, ed è ovvio che non possono essere gli stessi della raccolta serale , ripeto la domanda ma quanto ci costa?
    L’abbiamo capito o no che il porta a porta è una metodologia fallimentare?

    Reply
  6. 6

    MMONTY

    sondaggio ridicolo perchè non diffuso 1% ???
    domanda ridicola perchè l’umido ( che puzza ) accumulato da giovedi a lunedì dove lo portiamo ?

    Reply
  7. 7

    Merisio

    Premesso che non è un sondaggio tra gli utenti, ma un sondaggio generico.
    Per fare un sondaggio tra gli utenti vanno contattati gli utenti che usufruiscono del servizio.
    Per partorire questa idea fa rabbia pensare che qualcuno pagato da noi contribuenti ha sprecato tempo e denaro, soprattutto in pochi hanno capito che l’eventuale cambio comporterebbe il trattenersi in casa l’organico per quattro giorni!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *